L’Italia ricorda Piersanti Mattarella | L’OSSERVATORE ROMANO

pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 7-8 gennaio 2019

Il presidente della regione Sicilia ucciso dalla mafia 39 anni fa

piersanti-mattarellaROMA, 7. È stato commemorato ieri a Palermo Piersanti Mattarella, politico democristiano, presidente della regione Sicilia, ucciso 39 anni fa da Cosa nostra.

Alla cerimonia era presente il capo dello stato, Sergio Mattarella, fratello di Piersanti, assassinato mentre con i suoi familiari si stava recando alla messa dell’Epifania.

«Il suo esempio, anche a distanza di decenni resta tragicamente illuminante» ha ricordato Elisabetta Alberti Casellati, presidente del senato, sottolineando che «è stato l’esempio di un uomo con la schiena dritta, che ha pagato con la vita il coraggio di sfidare la mafia per seguire la propria coscienza di persona onesta».

È accaduto ai tempi degli omicidi mafiosi di Peppino Impastato, Pio La Torre, Rocco Chinnici. Ma «oggi — ha aggiunto Casellati — nella politica, nelle istituzioni, come nella società civile, il paese ha più che mai bisogno di persone perbene».

Già negli ultimi mesi del 1979 Piersanti Mattarella si era reso pienamente e drammaticamente conto dell’evoluzione dei rapporti di forza tra politica e mafia e del peso che all’interno del suo partito avevano quegli uomini che — a suo avviso — non facevano onore al partito stesso e che bisognava «eliminare per fare pulizia».

La sua azione politica, come presidente della regione siciliana stava contrastando fermamente proprio la criminalità organizzata.

Mattarella venne colpito mentre era a bordo di una Fiat 132. Era senza scorta, per sua stessa scelta, in modo da permettere agli agenti di stare con le loro famiglie in un giorno di festa. Appena messosi alla guida della vettura, però, fu avvicinato dai killer che spararono una serie di colpi, davanti alla moglie, ai due figli e alla suocera.

Sul posto, sentiti gli spari giunse immediatamente anche il fratello Sergio, oggi presidente della Repubblica.

L’Italia ricorda Piersanti Mattarella | L’OSSERVATORE ROMANO

Annunci

God bless you!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.