Un inno alla Bellezza: la Messa degli Artisti al Duomo di Enna | Ennapress


Enna, al Duomo la messa degli artisti. Don Giuseppe Rugolo: “Arte come ricerca del senso della vita” Decine di cantanti, musicisti, attori e ballerine ai piedi del crocifisso ligneo della Chiesa Madre per animare in modo creativo una liturgia incentrata sulla Passione di Gesù


Posted on  by  in  Riccardo Caccamo

Può un luogo di culto anche se già di suo di grande importanza nella sua imponenza e maestosità ed immenso valore monumentale architettonico e storico trasformarsi in un posto magico anche per chi non è proprio così credente?

A quanto pare sì e lo è diventato venerdì scorso il Duomo di Enna dove l’incontro tra la laicità dell’arte in tutte le sue componenti e la fede lo hanno trasformato in un sito unico e suggestivo, quasi da “teatro più vicino a Dio”.

Tutto ciò grazie ad una idea dei giovani dell’Associazione 360, in pratica il “braccio operativo” della Parrocchia della Chieda Madre, e di Don Giuseppe Rugolo, che hanno voluto ancora una volta che si celebrasse la messa degli artisti. E così sotto la tanto altissima quanto severa professionalità che ha rasentato la perfezione assoluta di Mariangela Vacanti, coordinatrice di tutto l’evento, all’interno di una tradizionale celebrazione eucaristica del parroco e vice del Duomo, Enzo Murgano e Giuseppe Rugolo è stato “incastrato” un percorso artistico che ha fatto si che il momento religioso divenisse qualcosa di spettacolare con una “Matrice” trasformatasi sotto un suggestivo gioco di luci in un grande palcoscenico dove una cinquantina di artisti locali di tutti i settori hanno voluto donare un importante contributo sia professionale ma ancor di più etico, rendendo l’atmosfera per le centinaia di persone di cui tantissimi giovani all’interno della chiesa, unica e dalla forte carica emotiva.

In pratica una esaltazione un inno alla bellezza perchè se arte è bellezza per antonomasia, il bello come ha ricordato Don Giuseppe Rugolo nella sua omelia ti aiuta a scoprire ciò che è gusto e vero. Dopo la “preparazione” all’inizio della serata con le musiche di Alessio di Dio all’organo grande della chiesa, ed il sottofondo musicale di Francesco Nicolosi al violino e Raul Perna al Piano poi per circa 1 ora e mezza ripresi dalle telecamere di Rai Regione, sono sfilati tutti gli artisti, con la messa aperta dagli stessi.

Dopodichè è iniziato il lungo ed affascinante viaggio all’interno della messa tra l’arte e la fede con le performance in ordine dell’attore di teatro Carlo Greca del cantante Reggae Max Busa accompagnato alla chitarra da Mario Branciforte, (il tutto con coreografie di allieve di danza che arrivavano dal fondo della chiesa sino all’altare), dell’attrice Elisa Di Dio, del Cabarettista Carmelo Danzè.

E poi ancora canto con Maria Rita Campione e letture dello scultore Mario Termini. Poi ancora rappresentanti del teatro come Gaetano Libertino e Patrizia Fazzi e della Danza come Agnese Di Dio. Ma c’è stato spazio per la lettura anche per diversi giovani della 360. Luca Manuli ha curato tutto l’allestimento della chiesa e dei doni dell’offertorio portati dallo stesso e altri 6 artisti. Ed ancora il cantautore Roberto Cohiba con Mara Cascio, Dorotea Savoca Quartet accompagnata al piano da Valeria Puglisi e tutti in coro il canto della pace “We are the Word”.

Il viaggio magico è continuato con il tenore Fabio Di Fina accompagnato al piano da Antonio Menzo sino ad arrivare alla cantante Gabirella Occhino accompagnata da Francesco Nicolosi al violino e Raul Perna al piano. La “particolare” messa si è conclusa con l’inno del 360 “Insane Tracks”. In pratica qualcosa che nell’immaginario collettivo appare quasi impensabile ma che al centro della Sicilia in una delle città in assoluto più devote a culto di Maria tutto è diventato reale.

Source: Un inno alla Bellezza: la Messa degli Artisti al Duomo di Enna | Enna Press tutte le notizie di Enna

 

God bless you!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.