Partinico, minacciava e perseguitava l’Arciprete Mons. Salvatore Salvia. Arrestato | teleoccidente.it

mons-salvia-sGià con precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, per diversi mesi avrebbe tenuto sotto scacco l’arciprete della Chiesa Madre di Partinico terrorizzandolo all’interno della chiesa, con minacce fisiche e verbali, insulti, improperi, ma anche con continui atti persecutori , finalizzati quasi sempre alla richiesta di denaro. Vittima dell’atteggiamento violento e aggressivo del pregiudicato sarebbe stato anche il giovane collaboratore del prelato, che vive in parrocchia.

Adesso per l’uomo che dovrà fare i conti con la giustizia si aggiungono anche le accuse di minacce e atti persecutori. A fare uscire da un incubo l’arciprete monsignor Salvatore Salvia sono stati gli agenti del commissariato di polizia di Partinico, diretto dal commissario Carlo Nicotri, che a conclusione di una complessa e articola attività d’indagine e alla costruzione di un quadro probatorio completo, condiviso dal magistrato, hanno arrestato il responsabile, Giuseppe Mirto,53 anni, di Partinico, in esecuzione di un’ordinanza di misura di sicurezza emessa dalla Procura di Palermo.

All’indagato, in alternativa al carcere, su provvedimento emesso dal tribunale di sorveglianza è stata applicata la misura di sicurezza detentiva in un’idonea struttura: Rems (residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza), dove il 53enne, rimarrà rinchiuso per la durata di due anni. Pare che monsignor Salvia, a causa delle violente irruzioni in chiesa, accompagnate sempre da minacce e insulti, diverse volte sarebbe stato costretto a chiudere la Chiesa in anticipo proprio per evitare che l’indagato, soventemente in stato di ubriachezza, potesse mettere in atto le minacce verbali preannunciate, fra cui quella di volergli persino tagliare la gola. Di queste minacce, come detto, non sarebbe rimasto indenne neppure il giovane collaboratore dell’arciprete, il quale addirittura sarebbe stato preso pure a schiaffi e minacciato con un temperino.

Come se non bastasse, l’indagato, che era tra i 50 ospiti della mensa per i poveri ( attivata dallo stesso arciprete), anche lì avrebbe tenuto un comportamento violento e scorretto. “Spesso – dice monsignor Salvia – ha aggredito verbalmente gli intimoriti ospiti con parolacce, improperi e insulti, non risparmiando dalle invettive neanche qualche volontario della stessa struttura”.

Lo stesso prelato, avrebbe cercato di recuperare l’indagato in tutti modi, con la disposizione all’ascolto, alla preghiera e pagandogli persino le bollette della luce, ma senza ottenere mai alcun risultato: il suo atteggiamento violento e aggressivo avrebbe avuto sempre il sopravvento. L’arciprete alla notizia dell’arresto, esprime il suo ringraziamento alla polizia di Partinico con l’augurio – dice- “che questo fratello possa essere liberato dall’alcool e da altre devianze”.

Monsignor Salvia che da sempre si è speso per la crescita socio-culturale della cittadina, purtroppo messa in ginocchio da una grandissima sacca di povertà, prosegue a dare il suo quotidiano sostegno agli ultimi, agli emarginati, ai più fragili non solo con aiuti materiali, ma tramite anche la consolazione, l’ascolto, offrendo consigli, indicazioni e supporto morale affinché “questi fratelli possano vivere con autonomia e dignità. Ma le risorse – ribadisce – purtroppo non bastano più di fronte a tanta dilagante povertà e miseria”.

Source: Partinico, minacciava e perseguitava l’Arciprete Mons. Salvatore Salvia. Arrestato | teleoccidente.it


Minacce e aggressioni al prete, fermato un uomo. Solidarietà dalla diocesi di Monreale | filodirettomonreale.it

***

Pubblicato il 12 gennaio 2018

mons-salvatore-salvia
Foto di qlnews.it

Mons. Antonino Dolce: «Pieno sostegno della nostra Curia»

La polizia arresta il responsabile di minacce, insulti e persecuzioni nei confronti di Mons. Salvatore Salvia

Partinico, 12 gennaio 2018 – Minacce fisiche e verbali, insulti, atti persecutori finalizzati quasi sempre alla richiesta di denaro. A fare uscire da un incubo l’arciprete monsignor Salvatore Salvia sono stati gli agenti del commissariato di polizia di Partinico, diretto dal commissario Carlo Nicotri, che a conclusione di una complessa e articola attività d’indagine e alla costruzione di un quadro probatorio completo, condiviso dal magistrato, hanno arrestato il responsabile, G. M. ,53 anni, di Partinico, in esecuzione di un’ordinanza di misura di sicurezza emessa dalla Procura di Palermo.

Il prelato, per paura di un’altra irruzione violenta da parte dell’uomo, diverse volte sarebbe stato costretto a chiudere la Chiesa in anticipo. Anche il collaboratore di Salvia non sarebbe stato risparmiato dal comportamento violento dell’uomo.

«A nome dell’arcivescovo di Monreale Michele Pennisi e mio – afferma in una nota il Vicario Generale della Diocesi di Monrele, Mons. Antonino Dolce -, esprimo a Mons. Salvatore Salvia, piena solidarietà, deprecando il gesto intimidatorio nei confronti suoi e dei collaboratori, e assicuro il pieno sostegno della nostra Curia al suo assiduo e generoso impegno a favore dei poveri e degli ultimi nella città di Partinico».

Source: Minacce e aggressioni al prete, fermato un uomo. Solidarietà dalla diocesi di Monreale – FiloDiretto


Diocesi: Monreale, la solidarietà dell’arcivescovo e dei presbiteri all’arciprete di Partinico | AgenSIR

CRONACA – 13 gennaio 2018 @ 10:50

“Appresa la notizia dell’atto intimidatorio nei confronti dell’arciprete di Partinico mons. Michele Pennisi, l’arcivescovo di Monreale, mons. Michele Pennisi, e il presbiterio diocesano esprimono solidarietà a mons. Salvatore Salvia e sostegno per il suo impegno a Partinico per i poveri e gli ultimi”. Lo comunica con una nota l’arcidiocesi di Monreale in riferimento agli atti persecutori subiti dall’arciprete di Partinico e da un suo collaboratore, terrorizzati per lungo tempo da un uomo di 53 anni, arrestato con l’accusa di minacce e atti persecutori dalla polizia.

Tags Argomenti CRIMINALITÀ SOLIDARIETÀ Persone ed Enti MICHELE PENNISI
Luoghi MONREALE

Source: Diocesi: Monreale, la solidarietà dell’arcivescovo e dei presbiteri all’arciprete di Partinico | AgenSIR

Annunci

God bless you!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.