Un giorno con mons. Ferraro, ricordando Petralia e Livatino. Il pianto per la Cattedrale ferita | L’Amico del Popolo

Il 6 dicembre scorso,  in occasione memoria liturgica di San Nicola, patrono della omonima parrocchia  a Fontanelle, mons. Carmelo Ferraro, vescovo emerirto di Agigento,  è stato ospite della comunità per concludere i festeggiamenti in onore del patrono e celebrare la memoria della dedicazione della chiesa,  che cade proprio quel giorno.

Il giorno successivo, Carmelo Petrone, direttore del nostro settimanale, ha accompagnato mons. Ferraro  sulla tomba di mons. Giuseppe Petralia, nella nuova collocazione dopo la traslazione, nella Concattedrale San Domenico, ma ancora nella stanza della memoria del giudice Rosario Livatino nel vecchio tribunale di Agrigento e  alla Cattedrale ferita.

Luoghi distanti l’uno dall’altro poche centinaia di metri ma che hanno hanno permesso di fare con lui un viaggio nella memoria, con particolari anche inediti , e di raccogliere, in un video (vedi) i pensieri e le impressione di mons. Ferraro  a partire dal lontano 1978 anno in cui venne consacrato vescovo e in seno Conferenza Episcopale conobbe mons. Petralia.

Carmelo Petrone

God bless you!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.