La benedizione dei cellulari diventa un caso internazionale. Stasera la veglia nella chiesa di San Matteo | itacanotizie.it

don-alessandro-palermoUNA SCELTA CHE FA DISCUTERE | TG1

Andato in onda il: 13/12/2017
don-alessandro-palermo

A Marsala fa discutere la scelta di un parroco che ha voluto benedire i cellulari dei fedeli. Il sacerdote: sono lo strumento che usiamo e con il quale spesso pecchiamo di più. L’inviato Giuseppe La Venia

Sorgente: UNA SCELTA CHE FA DISCUTERE | TG1


***

“Lo sguardo va protetto”, parroco di Marsala benedice i cellulari | trapani.gds.it

09 Dicembre 2017


24 Ottobre 2017 Chiesa di San Matteo, don Palermo nuovo parroco
Il sindaco, il parroco e il vescovo (foto da comune.marsala.tp.it)

L’INIZIATIVA

MARSALA. «Gli occhi e lo sguardo vanno educati, protetti, tutelati anche quando guardiamo lo schermo del nostro cellulare. Non è solo una questione di salute (stare troppo con gli occhi fissi su uno schermo può fare male), è anche una questione morale. Cosa guardo? Cosa mi piace guardare? Cosa desidero quando guardo una persona, una sua foto o un suo pensiero? Si può anche peccare con lo sguardo». Ad affermarlo è don Alessandro Palermo, 30enne parroco della chiesa di San Matteo a Marsala nel trapanese, la più antica della città, autore di una singolare iniziativa. Ha, infatti, invitato i fedeli a portare in chiesa, per martedì prossimo, i loro telefoni cellulari al fine di benedirli nell’ambito dei festeggiamenti alla vigilia di Santa Lucia.

Il prete spiega così la sua iniziativa: «I cellulari sono degli oggetti, dei dispositivi tecnologici, con cui gli esseri umani entrano in comunicazioni tra di loro. Aiutano l’uomo a comunicare. Con l’avvento di Internet e dei social media e con lo sviluppo tecnologico, i cellulari sono diventati anche strumenti che ci permettono di fare tante cose. Oltre che comunicare, con il proprio smartphone fotografiamo e registriamo esperienze, relazioni, eventi, etc. Vengono usati soprattutto per accedere al proprio profilo digitale, perché tutti oggi possiedono un profilo social media. Un oggetto, quindi, per molti considerato importante e soprattutto un oggetto che teniamo sempre attaccato a noi».

«L’unica lacuna sapete qual è? – osserva – Che in pochissimi conoscono veramente i limiti e i rischi di questo dispositivo e del suo uso. Sono in pochi, oggi, (soprattutto gli adulti) ad avere una competenza digitale, a fare di un buon uso del proprio cellulare. Manca, a tutti i livelli, un’educazione mediale, una formazione a come usare bene il proprio smartphone. Nessuno ne parla, sono rarissime le scuole o le realtà educative che ne parlano. La società è ‘drogatà dal cellulare e allo stesso tempo non è interessata a capire come bisogna usarlo. Ecco perché una benedizione può fare bene, non al cellulare ma a chi lo usa».

Ma che c’entra Santa Lucia? «Oggi – spiega don Palermo – viviamo immersi e ci muoviamo dentro una rivoluzione digitale, un’era in cui il senso della vista viene esaltato a tutti i livelli. I contenuti visuali (immagini e video) sono quelli più efficaci per comunicare e per far riflettere le persone (anche per evangelizzare). Lucia, già invocata per la protezione della vista e degli occhi, può diventare una speciale guida per un uso corretto dei media digitali. Occorre, infatti, assumere uno sguardo educato che ci permette di fare un uso corretto e positivo dei nostri smartphone e tablet. Ecco perché io li voglio benedire».

Sorgente: “Lo sguardo va protetto”, parroco di Marsala benedice i cellulari | trapani.gds.it


TUTTI CON I CELLULARI IN ALTO, A MARSALA IL PARROCO LI HA BENEDETTI – VIDEO | trapani.gds.it

13 Dicembre 2017

MARSALA. Tutti con i cellulari in alto per far sfiorare dall’acqua benedetta, quello che ormai è diventato un oggetto fondamentale nelle vite di ogni essere umano. In molti ieri sera hanno partecipato alla singolare iniziativa organizzata dal parroco della chiesa di San Matteo a Marsala, don Alessandro Palermo, cioè la benedizione dei telefonini.

Il parroco 30enne ha, infatti, invitato i fedeli a portare in chiesa, i loro telefoni cellulari al fine di benedirli nell’ambito dei festeggiamenti alla vigilia di Santa Lucia.

Ecco l’intervista a don Alessandro Palermo.

Immagini di Marco Gullà


 REDAZIONE ITACANOTIZIE.IT 12 DICEMBRE 2017 11:44

don-alessandro-palermoLa benedizione dei cellulari diventa un caso internazionale. Stasera la veglia nella chiesa di San Matteo. Ha destato molta curiosità fra i media nazionali

Ha destato molta curiosità fra i media nazionali e internazionali l’iniziativa del parroco Don Alessandro Palermo, 30 anni, che ha invitato i fedeli a portare, oggi martedì 12 dicembre, nella chiesa di San Matteo a Marsala, i loro telefoni cellulari per benedirli – al termine della veglia – nell’ambito dei festeggiamenti della vigilia di Santa Lucia.

“A priest in Sicily has invited the faithful to bring their smartphones to church tomorrow so he can give them a special blessing on the eve of the feast of St Lucy, the patron saint of eyesight” (Un prete siciliano ha invitato i fedeli a portare i loro smartphone in chiesa domani così può dare una speciale benedizione alla vigilia della festa di Santa Lucia, la santa padrona della vista). Si legge in un articolo del quotidiano londinese “The Times”.  La notizia è rimbalzata su molti media nazionali e internazionali e stasera, durante la veglia, saranno presenti diversi giornalisti e operatori fra cui: La Vita in diretta, Tgcom24 e TvSat 2000.

“Mi auguro che sia un incontro partecipato” fa sapere quasi preoccupato il giovane Don – forse ancora non del tutto consapevole di tutta quest’attenzione mediatica. “Gli occhi e lo sguardo vanno educati, protetti, tutelati anche quando guardiamo lo schermo del nostro cellulare – fa sapere Don Alessandro Palermo –  Non è solo una questione di salute (stare troppo con gli occhi fissi su uno schermo può fare male), è anche una questione morale. Cosa guardo? Cosa mi piace guardare? Cosa desidero quando guardo una persona, una sua foto o un suo pensiero? Si può anche peccare con lo sguardo. I cellulari sono degli oggetti, dei dispositivi tecnologici, con cui gli esseri umani entrano in comunicazione tra di loro. Aiutano l’uomo a comunicare. Con l’avvento di Internet e dei social media e con lo sviluppo tecnologico, i cellulari sono diventati anche strumenti che ci permettono di fare tante cose. Oltre che comunicare, con il proprio smartphone fotografiamo e registriamo esperienze, relazioni, eventi, etc. Vengono usati soprattutto per accedere al proprio profilo digitale, perché tutti oggi possiedono un profilo social media. Un oggetto, quindi, per molti considerato importante e soprattutto un oggetto che teniamo sempre attaccato a noi”.

Sorgente: La benedizione dei cellulari diventa un caso internazionale. Stasera la veglia nella chiesa di San Matteo


***

don-alessandro-palermoLa benedizione dei cellulari di Don Alessandro Palermo – VIDEO | itacanotizie.it

 REDAZIONE ITACANOTIZIE.IT 13 DICEMBRE 2017 11:44 – UPDATED 

La benedizione dei cellulari di Don Alessandro Palermo – VIDEO. Ieri sera, nella chiesa di San Matteo a Marsala, si è svolta la benedizione dei telefoni cellulari, ad opera del Parroco Don Alessandro Palermo. L’iniziativa, è avvenuta al termine della veglia nell’ambito dei festeggiamenti della vigilia di Santa Lucia.


Ecco il testo integrale:

Benedizione degli smartphone
Mozione introduttiva (dal benedizionale della Chiesa Cattolica)
Dio con la sua sapienza infinita e la sua bontà senza limiti illumina gli uomini perché aprano nuove vie di comunicazione e di scambio culturale. Queste invenzioni tecniche, se accompagnate da un’adeguata crescita morale e spirituale, possono concorrere al reciproco aiuto, all’elevazione culturale, alla sana utilizzazione del tempo libero e, poste al servizio dell’evangelizzazione, contribuire alla diffusione del regno di Dio.

Ognuno prenda il proprio cellulare, lo accenda e lo tenga in mano e se vuole anche leggermente alzato

Dio onnipotente, che illumini gli uomini e le donne e li chiami ad investigare i segreti della natura, perché si facciano cooperatori della tua creazione, accogli l’espressione della nostra gratitudine.
Guarda con bontà i tuoi figli che si servono delle nuove tecnologie: fa che questi cellulari diventino strumento per annunziare la verità, occasione per promuovere la carità, opportunità per incontrare l’altro che, anche se non vediamo fisicamente, nella Rete ha una presenza reale e ogni parola comunicata può veramente ferirlo come può veramente accarezzarlo.
Fa che diventino strumenti per diffondere la gioia della vita, trasmettere speranza e condividere la bellezza del Vangelo attraverso le nostre scelte nel condividere i contenuti e la nostra cristiana presenza digitale.
Illumina, per intercessione di Santa Lucia protettrice della vista, gli occhi dei tuoi figli: fa che il loro sguardo cerchi sempre la verità delle cose, non si fermi alle false notizie ma cerchi sempre la verità senza pregiudizi e commenti offensivi; fa che il loro occhio non rimanga indifferente ai dolori e alle sofferenze di coloro che, lungo le strade della Rete, spesso manifestano i loro disagi; fa che ogni forma di violenza e di peccato commessi in Rete comincino a smuovere le coscienze dell’uomo affinché siano confessati per ricevere così il tuo perdono.
Benedici o Signore, per intercessione di Santa Lucia l’oggetto ma soprattutto il soggetto che utilizza lo strumento; questa benedizione diventi occasione per comprendere i limiti e le potenzialità del media per evitare così i rischi e per favorire e consolidare una comunicazione come prossimità affinché la comunicazione sia olio profumo per il dolore e vino buono per l’allegria. Egli viva e regna nei secoli dei secoli. Amen.

Sorgente: La benedizione dei cellulari di Don Alessandro Palermo – VIDEO | itacanotizie.it


***

Tempi moderni. Il parroco benedice i cellulari. Ecco perché | Avvenire

Viviana Daloiso sabato 9 dicembre 2017

Don Alessandro Palermo ha invitato i fedeli a portare in chiesa, martedì prossimo festa di Santa Lucia. Anche per imparare a convivere bene con la tecnologia

«Gli occhi e lo sguardo vanno educati, protetti, tutelati anche quando guardiamo lo schermo del nostro cellulare. Non è solo una questione di salute (stare troppo con gli occhi fissi su uno schermo può fare male), è anche una questione morale. Cosa guardo? Cosa mi piace guardare? Cosa desidero quando guardo una persona, una sua foto o un suo pensiero? Si può anche peccare con lo sguardo». Ha le idee chiare don Alessandro Palermo, 30enne parroco della chiesa di San Matteo a Marsala nel Trapanese, la più antica della città, autore di una singolare iniziativa.

Ha, infatti, invitato i fedeli a portare in chiesa, per martedì prossimo, i loro telefoni cellulari al fine di benedirli nell’ambito dei festeggiamenti alla vigilia di Santa Lucia. Il prete spiega così la sua iniziativa: «Con l’avvento di Internet e dei social media e con lo sviluppo tecnologico, i cellulari sono diventati importantissimi, li teniamo sempre attaccati a noi».

E siccome in pochissimi «conoscono veramente i limiti e i rischi di questo dispositivo e del suo uso», mancando «a tutti i livelli un’educazione mediale, una formazione a come usare bene il proprio smartphone» ecco la missione che per la prima volta un parroco fa sua: benedirli. «Perché una benedizione può fare bene, non al cellulare ovviamente ma a chi lo usa» spiega il don.

E Santa Lucia cosa c’entra? «Oggi – spiega ancora don Palermo – viviamo immersi e ci muoviamo dentro una rivoluzione digitale, un’era in cui il senso della vista viene esaltato a tutti i livelli. I contenuti visuali (immagini e video) sono quelli più efficaci per comunicare e per far riflettere le persone (anche per evangelizzare). Lucia, già invocata per la protezione della vista e degli occhi, può diventare una speciale guida per un uso corretto dei media digitali». Serve uno sguardo educato, «ecco perché io li voglio benedire».

Sorgente: Tempi moderni. Il parroco benedice i cellulari. Ecco perché | Avvenire


***

Call on Lucy, patron saint of smartphones | The Times

Philip Willan, Rome December 11 2017, 12:01am The Times Religion

don-alessandro-palermo
The parish priest for Marsala, Father Alessandro Palermo, wants to bless smartphones ALAMY

A priest in Sicily has invited the faithful to bring their smartphones to church tomorrow so he can give them a special blessing on the eve of the feast of St Lucy, the patron saint of eyesight.

Father Alessandro Palermo, 30, parish priest for Marsala in the west of Sicily, said that images viewed on phones could lead people into sin and that blessing the devices could help to ensure that they were used in ways that were positive for the spirit.

“Society is drugged by the cellphone but at the same time it is not interested in understanding how it should be used,” he told his congregation. “That’s why a blessing can do good, not to the phone but to those who use it.”

[…]

Sorgente: Call on Lucy, patron saint of smartphones

Annunci

God bless you!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.