LAGUMINA, Bartolomeo in “Dizionario Biografico”

Dizionario Biografico degli Italiani – Volume 63 (2004)

di Bruna Soravia

LAGUMINA, Bartolomeo. – Primogenito di Salvatore e Vincenza Faja, nacque a Palermo il 4 luglio 1850.

Rimasto orfano di padre in tenera età, fu posto dalla madre nel seminario di Palermo insieme con il fratello Giuseppe nel 1861. Qui studiò l’ebraico e la Sacra Scrittura sotto la guida del canonico Domenico Turano, al quale sarebbe successo dapprima alla cattedra del seminario, quindi a quella dell’Università di Palermo, infine al seggio vescovile di Agrigento. Ordinato sacerdote il 23 dic. 1872, il L. ottenne infatti l’anno seguente la libera docenza e successivamente la cattedra universitaria di ebraico presso l’ateneo palermitano dove, sotto la guida di Salvatore Cusa, intraprese lo studio dell’arabo, attirando l’attenzione di Michele Amari, l’illustre arabista siciliano, all’epoca senatore del Regno.

Per interessamento di Amari il L. si trasferì a Roma, per perfezionarvi la conoscenza dell’arabo sotto la guida di Celestino Schiaparelli e Ignazio Guidi. Nominato nel 1875, appena venticinquenne, ispettore del Museo nazionale di Palermo, vi acquistò fama con i suoi studi di numismatica, soprattutto arabo-normanna, che furono progressivamente pubblicati nell’Archivio storico siciliano.

[…]

Sorgente: LAGUMINA, Bartolomeo in “Dizionario Biografico”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.