La settimana di preghiera sbarca a Lampedusa | L’Osservatore Romano

La settimana di preghiera sbarca a Lampedusa

Porta ecumenica

LAMPEDUSA, 16. Porta dell’Europa per tanti immigrati e adesso anche frontiera dell’ecumenismo: per la prima volta a Lampedusa battezzati di diverse confessioni celebreranno insieme l’apertura della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. La parrocchia cattolica di San Gerlando e Mediterranean Hope, il progetto sulle migrazioni della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, promuovono per mercoledì 18 un incontro ecumenico che sarà guidato dal tema della settimana: «L’amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione». Si tratta, ha spiegato all’agenzia Nev Marta Bernardini, operatrice di Mediterranean Hope, di «un tema forte e ancora più significativo in un luogo di frontiera dove credenti di diverse nazionalità, provenienze e confessioni si trovano insieme ad affrontare il fenomeno più tragico del nostro tempo». Con l’arrivo, nel 2014, degli operatori di Mediterranean Hope a Lampedusa è nata una prassi di dialogo tra le fedi che vede il suo momento principale nell’incontro ecumenico e interreligioso del 3 ottobre, organizzato in memoria del naufragio occorso nel 2013 al largo dell’isola, una tragedia spaventosa che costò la vita a 366 migranti.

settimana

937-2-naufragio-al-largo-della-libia-otto-morti-centinaia-i-dispersi

lampedusa-porta-deuropa-1

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.