“L’Ucciardone e i migranti”, la Palermo di Lorefice | Repubblica.it

08 dicembre 2016

Un anno da arcivescovo che sarà celebrato sabato in cattedrale: “La politica deve agire dal basso”

ucciardone

Un “amore a prima vista”. Tagliato il traguardo il primo anno di insediamento come arcivescovo di Palermo,Corrado Lorefice afferma di sentirsi pienamente parte di questa città, di cui ha imparato a conoscere le grandi potenzialità, ma anche i limiti e le fragilità. Lorefice, il parroco-vescovo che che Papa Francesco ha voluto come pastore di una diocesi complessa e importante come quella palermitana, ha portato un vento di cambiamento e di semplicità nelle relazioni che tutti gli riconoscono. Un anno vissuto intensamente, che sarà celebrato sabato alle 18, in cattedrale, nel corso di una celebrazione eucaristica.

“Al mio arrivo a Palermo – ricorda Lorefice – ho sentito subito …

[…]

Don Corrado non ha mai mancato di ricordare la testimonianza del beato don Pino Puglisi per una reale crescita della Chiesa di Palermo: “Don Pino era un prete feriale, ha fatto sul serio col Vangelo, come educatore e formatore di coscienze cristiane, tanto da incidere sul territorio stesso. Io lo considero compagno, lo sento vicino anche nei momenti più duri”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2020 Tentamina | Revolve by AccessPress Themes