Oggi l’addio a Silvio Mirarchi. Del Sette: “Lottava contro la criminalità”. L’Arcivescovo: “Il sacrificio di Silvio per sconfiggere le mafie” | itacanotizie.it

Oggi l’addio a Silvio Mirarchi. Del Sette: “Lottava contro la criminalità”. L’Arcivescovo: “Il sacrificio di Silvio per sconfiggere le mafie”

Apertura, Cronaca, MARSALA

sabato 04/06/2016 – 11:05:12

13383930_10208789306844306_396994026_o-420x420Funerali mirarchi

Ore 12.40 Ad ascoltare l’Omelia, in prima fila con Alfano, anche il magistrato Roberto Scarpinato, il Prefetto di Trapani Leopoldo Falco, il questore Maurizio Agricola ed il pm Piscitiello.funerali mirarchi

Alfano con il sindaco Di Girolamo e il Prefetto Falco.

Ore 11.54 Inizia l’omelia e si ribadisce che quello del Carabiniere è un delitto per mano della Criminalità organizzata.
“Cristo lo ha accolto tra le sue braccia e mentre una mano assassina lo colpiva, lui lo stringeva ancora più forte perché l’amore è più forte della morte” e con queste parole il celebrante Santo Marcianò – arcivescovo ordinario militare per l’Italia – cita Giacobbe, uomo giusto. “Anch’io che non li conoscevo personalmente, avverto il fascio di luce che irradiava e che ha illuminato il mondo. Che sia una lezione per tutti noi… il maresciallo era purezza di cuore, lavorava con zelo e dedizione. Silvio muore ucciso dalle mani sporche che inquinano il nostro sud: mafiosi, ‘ndranghetisti. Davanti al sacrificio di Silvio abbiamo tutti il dovere di rinnovare l’impegno affinché tutte le mafie vengano sconfitte – continua il parroco militare -. Quello di Silvio è stato il sacrificio di un uomo che sapeva sperare. In un periodo in cui la speranza è stata falciata via. Silvio, continua a sostenere la speranza dei tuoi colleghi e dei tuoi amici, continua a sostenere il nostro Paese, la cui vocazione alla pace continua ad avere speranza grazie a uomini e carabinieri come te. Grazie Silvio, riposa in pace. E così sia”.

Funerali mirarchi
I preti sfilano verso l’altare

Ore 11.30 È iniziata la solenne funzione in Chiesa Madre.

Ore 11.20 È arrivato il feretro del maresciallo seguito dalla moglie e i due figli e dal ministro degli Interni Angelino Alfano. Applausi e tanta commozione in piazza della Repubblica.

Funerali mirarchi

Ore 11.10 Tra le personalità giunte oggi al funerale di Mirarchi, anche il Vescovo Mogavero che presiederà alla messa funebre, l’ex presidente del Tribunale di Marsala, Gioacchino Natoli e quello attuale Alessandra Camassa, nominata qualche giorno fa,  il nuovo procuratore Vincenzo Pantaleo, il dirigente dell’ex Provincia di Trapani Diego Maggio, i sindaci di Marsala, Petrosino, Calatafimi-Segesta, Castelvetrano, Favignana, Erice, Valderice, Mazara del Vallo, Paceco e Salemi, i deputati Orru’, Santangelo, Turano, Lo Sciuto, Antonella Milazzo ed una nutrita delegazione di Libera – nomi e numeri contro le mafie. Presenti anche i sindacati e i rappresentanti di alcune associazioni e club del territorio.

Ore 11 Le prime parole espresse sono quelle del Comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio del Sette: “Addolorati per quello che è successo. Silvio Mirarchi è morto mentre faceva il proprio dovere. Lottare contro la criminalità. La presenza oggi qui di tutta la città è di conforto per i familiari e per tutti noi ed è il modo migliore per rendere omaggio a un nostro eroe”.

funerali mirarchi
La famiglia  Mirarchi e Angelino Alfano

Sono attesi per le ore 11 in Chiesa Madre a Marsala i funerali di Silvio Mirarchi, il maresciallo 53enne dei Carabinieri ucciso martedì scorso mentre stava pattugliando con un collega la zona tra le contrade Ciavolo e Sant’Anna, dove è stata scoperta una serra con grandi quantità di piante di marijuana. Ieri alla camera ardente tanta commozione e vicinanza alla famiglia del militare. A Marsala è lutto cittadino, chiusi gli uffici pubblici e saracinesche abbassate nelle attività commerciali.

Sorgente: Oggi l’addio a Silvio Mirarchi. Del Sette: “Lottava contro la criminalità”. L’Arcivescovo: “Il sacrificio di Silvio per sconfiggere le mafie”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.