Chiesa di Sicilia: Cesi, un Tribunale interdiocesano per le cause di nullità brevi | AgenSIR

MOTU PROPRIO

Chiesa di Sicilia: Cesi, un Tribunale interdiocesano per le cause di nullità brevi

08 aprile 2016 @ 14:23

Sarà un Tribunale interdiocesano nel quale convergeranno quattordici delle diciotto diocesi di Sicilia a trattare le cause di nullità brevi. È quanto deciso dai vescovi dell’isola che si sono riuniti a Pergusa per riflettere, a partire dal Sussidio applicativo del Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus. Una riflessione iniziata già nel corso della seduta ordinaria della Conferenza episcopale siciliana dello scorso marzo. “Dal Tribunale ecclesiastico regionale hanno espresso la volontà di recedere le diocesi di Nicosia, Noto e Siracusa. Si sono orientate verso la costituzione di un Tribunale interdiocesano – si legge nella nota diramata dall’Ufficio stampa della Cesi – le diocesi di Acireale, Agrigento, Caltagirone, Caltanissetta, Catania, Cefalù, Mazara del Vallo, Monreale, Palermo, Patti, Piana degli Albanesi, Piazza Armerina, Ragusa, Trapani. Rimane sempre la possibilità di recedere o di reinserirsi nel nuovo Tribunale interdiocesano”. Non specificata la posizione di Messina che attende che s’insedi il nuovo amministratore apostolico, monsignor Benigno Luigi Papa. “Sino al momento in cui i Tribunali interdiocesano e diocesani non sono costituiti ed effettivamente operativi – spiegano i vescovi di Sicilia -, il Tribunale regionale continua ad essere pienamente competente nel ricevere i libelli introduttori delle cause di nullità e trattare le cause medesime anche di queste circoscrizioni”. Intanto moderatore del Tribunale ecclesiastico regionale, in sostituzione del cardinale Paolo Romeo, è stato eletto mons. Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo.

Argomenti MOTU PROPRIO NULLITÀ MATRIMONIALE Persone ed Enti BENIGNO PAPA CESI CORRADO LOREFICE Luoghi SICILIA

8 aprile 2016©

Riproduzione Riservata

Sorgente: Chiesa di Sicilia: Cesi, un Tribunale interdiocesano per le cause di nullità brevi | AgenSIR

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.