La Diocesi accoglie mons. Benigno Luigi Papa, il 22 aprile l’insediamento in Cattedrale | tempostretto.it

tempostrettoLa Diocesi accoglie mons. Benigno Luigi Papa, il 22 aprile l’insediamento in Cattedrale

La comunità religiosa si sta organizzando per dare il benvenuto al nuovo Amministratore apostolico, che giunge in riva allo Stretto in un momento delicato della vita della Chiesa, profondamente segnata dalle dimissioni dello scorso settembre di mons. Calogero La Piana
mons. Benigno Luigi Papa 
Venerdì, 8. Aprile 2016 – 16:40 – Scritto da: Carmelo Caspanello
Categoria: società

Il nuovo Amministratore apostolico, mons. Benigno Luigi Papa, si insedierà il prossimo 22 aprile. Sarà accolto dal clero e dai laici della diocesi nella Basilica cattedrale, alle 18. Nel darne comunicazione, la curia ha sottolineato che “la celebrazione eucaristica sarà anche motivo per dire il nostro grazie a mons. Antonino Raspanti, che ha condiviso in questi mesi il cammino della nostra Chiesa locale”. La comunità religiosa si sta organizzando per dare il benvenuto al presule, che giunge in riva allo Stretto in un momento delicato della vita della Diocesi, profondamente segnata dalle dimissioni dello scorso settembre di mons. Calogero La Piana, ufficialmente per motivi di salute.

I fedeli si aspettavano la nomina di un Arcivescovo. E invece c’è da registrare un passaggio di testimone tra Amministratori apostolici. Evidentemente sei mesi non sono bastati. Ne occorrono altri. E poi si rendeva necessario che ci fosse una persona stabilmente a Messina per far fronte alle esigenze della complessa realtà della Chiesa peloritana, retta nell’ultimo semetre da mons. Raspanti, che contestualmente era titolare della Diocesi di Acireale. Il Santo Padre ha inviato a Messina l’arcivescovo emerito di Taranto, l’81enne Benigno Luigi Papa. Un biblista ed una persona di autorità tra i vescovi del sud, che potrà portare la sua esperienza. “Vengo da voi – ha già scritto mons. Papa ai messinesi – per condividere la gioia del Vangelo, non per fare da padrone sulla vostra fede, ma per essere collaboratore della vostra gioia”.

Carmelo Caspanello

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.