Diocesi di Messina, il cappuccino Benigno Papa sostituisce il vescovo Raspanti | Repubblica.it

Papa Francesco lo nomina amministratore apostolico in attesa di designare il nuovo arcivescovo

04 aprile 2016

MESSINA – L’arcivescovo cappuccino Benigno Papa è il nuovo amministratore apostolico di Messina. Lo ha nominato Francesco avvicendando il vescovo Antonino Raspanti, che aveva questo incarico dallo scorso settembre, dopo le improvvise dimissioni del vescovo salesiano Calogero La Piana. Papa non è quindi ancora il nuovo arcivescovo di Messina ma solo amministratore pro tempore come Raspanti. Già arcivescovo di Taranto, monsignor Papa era stato indicato come possibile presidente della Cei nel 2008, al momento dell’uscita di scena di Camillo Ruini.

La sostituzione di Raspanti decisa da Bergoglio fa intuire che non è imminente la nomina di un nuovo arcivescovo e si spiega con la difficoltà per un vescovo in carica di gestire due diocesi, come testimoniato, lo scorso 24 marzo, dalla richiesta di sostituirlo nella “messa crismale” a Messina fatta da Raspanti al cardinale emerito di Palermo Paolo Romeo.

A Messina a darne notizia è stato monsignor Raspanti che ha ringraziato tutti augurando “fiducia e speranza”. “Era evidente – ha detto Raspanti – che data la grandezza della diocesi, del territorio, delle parrocchie e della popolazione, non si poteva andare avanti con la reggenza di due diocesi”. Monsignor Benigno Luigi Papa, classe 1935, nato a Spongano in provincia di Lecce, in seno alla Conferenza episcopale pugliese ha svolto ruoli di presidente della Commissione per i problemi sociali e del lavoro, e di presidente della Conferenza episcopale regionale. Attualmente è moderatore degli studi presso l’istituto teologico pugliese di Molfetta. E’ anche vice presidente per il sud della Conferenza episcopale italiana.

Ha inviato un messaggio di saluto ai fedeli: “Ho dato la mia piena disponibilità a condurre un tratto della mia vita insieme alla vostra, quale amministratore apostolico di questa arcidiocesi, convinto come sono che con tale compito, giunto in maniera del tutto improvvisa ed inaspettata, sia un dono dello Spirito per me e per voi. E non posso nascondervi che, dal momento in cui mi è stata comunicata tale missione, non ho cessato di pregare per voi perchè, pur non conoscendovi, mi siete già diventati cari”.

Tags

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2020 Tentamina | Revolve by AccessPress Themes