I Gesuiti donano al Museo Diocesano un ritratto di Monsignor Alberto Vassallo | Radio CL1

radiocl1I Gesuiti donano al Museo Diocesano un ritratto di Monsignor Alberto Vassallo

News ■Cultura e spettacolo di Pasquale Trobia – 2 luglio 2014

DSC_0006

Si è svolta martedì 1° luglio, nella gremita sala conferenze del Museo Diocesano, la cerimonia di donazione di un quadro raffigurante Monsignor Alberto Vassallo che, in vita, aveva donato ai Padri Gesuiti.
Si tratta di un ritratto del Prelato, dipinto dal pittore tedesco Peter Hirsch nel periodo in cui Monsignor Vassallo fu Nunzio Apostolico a Monaco di Baviera,  che i Gesuiti avevano collocato a Villa San Cataldo di Bagheria, che lui aveva contribuito ad acquistare con una sua donazione. Lì rimase, a ricordo di questo benefattore, sino a quando, circa venti anni fa, allorquando la villa fu ceduta alla Provincia Regionale di Palermo, il quadro venne portato a Casa Professa, sede dei Gesuiti di Palermo, dove rimase sino a quando su pressione dei parenti di Monsignor Vassallo e su sollecitazione del nostro Vescovo, venne donato dai Gesuiti al Museo Diocesano dove, dal 1° luglio 2014, verrà esposto. Relatore il dr Valerio Cimino, farmacista di San Cataldo, esperto e profondo conoscitore della storia del Prelato.

Intervista al relatore dr Valerio Cimino

a

Intervista alla direttrice del Museo Diocesano d.ssa Francesca Fiandaca

b

Nell’occasione Gabriella Urso, parente del Prelato, ha donato al Vescovo Monsignor Russotto, un ritratto opera della sorella Clotilde. Com’è ormai noto, il nostro Vescovo non si è lasciata sfuggire l’occasione per dare alla circostanza una colorazione umoristica dicendo – suscitando l’ilarità dei presenti – che “questi ritratti si cominciano a donare quando si sta per passare a miglior vita”. Si arricchisce sempre più il L'intervento della d.ssa FiandacaMuseo Diocesano sino al punto – come ci dice la d.ssa Fiandaca – di dovere rivedere gli spazi espositivi per dare a tutte le opere la giusta e meritata collocazione.

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.