Diocesi: mons. Fragnelli (Trapani) ha aperto l’Anno santo nel carcere “San Giuliano” | AgenSir

sirGiubileo

Diocesi: mons. Fragnelli (Trapani) ha aperto l’Anno santo nel carcere “San Giuliano”

18 dicembre 2015 @ 19:14

“Spero che quest’incontro possa scaldare il vostro cuore e che faccia germogliare nel cuore di tutti la certezza che cambiare è sempre possibile”. È l’augurio ai carcerati di monsignor Pietro Maria Fragnelli, vescovo di Trapani, che oggi ha aperto l’Anno Santo della Misericordia con i detenuti e il personale in servizio presso la Casa circondariale cittadina “San Giuliano”.

“Questo è il tempo di lasciarci toccare il cuore – ha detto nella sua riflessione -. Qualunque sia il dramma che avete vissuto o che avete provocato non dovete dubitare dell’amore di Dio che ci raggiunge in qualsiasi realtà e situazione ci troviamo per offrirci il suo perdono”. Il vescovo si è soffermato anche sull’importanza di imboccare la via del cambiamento: “Il perdono ci fa uscire dal deserto della nostra vita. Per iniziare un vero cambiamento dobbiamo abbandonare i sentimenti di rancore, di vendetta, di violenza”, e ha invitato a “non smettere di ascoltare il pianto di tutte le persone innocenti” citando come esempio l’agente di polizia penitenziaria Giuseppe Montalto, ucciso vent’anni fa, il 23 dicembre del 1995 dalla mafia nella frazione di Palma. “Vi auguro che alla scadenza giudiziaria della vostra pena possiate dire a voi stessi: esco non solo perché ho scontato la mia pena, esco perché sono una persona cresciuta nella mia dignità di persona, cha ha incontrato Dio, che è stato perdonato e vuole perdonare”, la conclusione di monsignor Fragnelli.

18 dicembre 2015 © Riproduzione Riserta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.