Sicilia, formazione. Monsignor Pennisi: “Solidarietà dei vescovi” | Il Moderatore.it – Quotidiano Popolare

moderatore
∈ Sicilia, formazione. Monsignor Pennisi: “Solidarietà dei vescovi” | Il Moderatore.it – Quotidiano Popolare. 1.076 visite

Sicilia, formazione. Monsignor Pennisi: “Solidarietà dei vescovi”

All’indomani della “mobilitazione permanente” lanciata dalla Cisl sul fronte della formazione professionale regionale che vedrà, in questi giorni, iniziative e presidi in tutte le città dell’Isola, il sindacato riceve da monsignor Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale delegato per i temi dell’educazione, della scuola e dell’università, della Conferenza episcopale siciliana, una lettera di solidarietà e vicinanza ai lavoratori esasperati di cui, a nome degli operatori che rappresenta, la Cisl ringrazia l’arcivescovo di Monreale, delegato Cesi.

Una lettera al sindacato di Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale, delegato per i temi dell’educazione della Conferenza episcopale siciliana. La Regione trovi “concrete soluzioni all’emergenza sociale”

“Solidarietà” ai lavoratori della formazione professionale regionale e un invito al governo della Regione “a trovare, nel rispetto della legalità, pronte e concrete soluzioni all’emergenza sociale” che in Sicilia opprime il settore. Monsignor Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale, delegato per i temi dell’educazione, della scuola e dell’università, della Conferenza episcopale siciliana, si rivolge così ai diecimila operatori siciliani della formazione, in una lettera inviata per email alla Cisl Sicilia. Una nota nella quale il prelato afferma di farsi “interprete del disagio” di tanti lavoratori e delle loro famiglie. Pennisi ricorda anche il documento conclusivo della sessione primaverile della Cesi nel quale i vescovi di Sicilia “hanno espresso la loro preoccupazione per i ritardi nell’avviare i percorsi Oif (obbligo istruzione e formazione), servizio di interesse pubblico che non può essere interrotto”. Tra l’altro, ammonisce ad “evitare la dispersione scolastica” e a “impedire che questi giovani diventino manovalanza di organizzazioni criminali di stampo mafioso”. Per questo, sostiene, “è fondamentale” garantire l’attuazione del diritto-dovere all’istruzione. I vescovi, ripete quindi, auspicano “la definizione di una politica della formazione professionale che progetti una riforma a garanzia dei ragazzi, dei giovani, dei lavoratori, del bene comune e dello sviluppo economico-professionale della nostra Sicilia”.

God bless you!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.